domenica 31 luglio 2016

MARMELLATA SENZA PECTINA

Lo so…sono una pazza…c’è un caldo orbo ed io cosa faccio??? Accendo i fornelli...e anche il forno! Ahah!

Eh già…ma proprio non ho resistito!

Ho tanta frutta, un freezer ed un frigo da svuotare (per andare in vacanza)…quindi…ho voluto fare questa buonissima MARMELLATA SENZA PECTINA, ricca di sapori veri: i sapori della frutta!!!

E’ SENZA pectina, ma ha la consistenza della marmellata CON la pectina!

Come ho fatto? Chiaramente grazie alla natura stessa che ci regala quintali di PECTINA in modo assolutamente NATURALE!

Come sappiamo la PECTINA è un polisaccaride che ci aiuta ad addensare le nostre marmellate oltre che ridurci i tempi di cottura; è contenuta nelle pareti cellulari di alcuni vegetali.

Tra i vegetali più ricchi di pectina vi è la BANANA!

Per questo (e non solo) io conservo sempre delle banane in freezer! 



Sì, quando ho le banane molto mature, le sbuccio, le taglio a fettine e le conservo i freezer per poi utilizzarle in mille modi…ed uno è questo!

Utilizzare la BANANA MATURA come surrogato alla pectina è un’ottima soluzione salutare, ma anche gustosissima la nostra marmellata sarà DOOOLCISSIMAAA (sempre grazie alle banane, infatti, utilizzeremo mooolto meno zucchero!!!)

INGREDIENTI

1 Kg di frutta (io ho usato pesche, prugnole, prugne)
2 banane maturissime
150 g di zucchero grezzo di canna integrale
q.b. di zenzero grattugiato fresco

PROCEDIMENTO

Laviamo, sbucciamo e tagliamo la frutta!




Le banane, se sono congelate, le facciamo scongelare in uno scolino così perderanno la loro acqua.

Uniamo il tutto in una grossa pentola, aggiungiamo una spolverata (anche due…dipende dai vostri gusti) di zenzero fresco e lo mettiamo a cuocere sul fuoco vivace.


Per evitare bruciature e APPICCICATURE varie è meglio utilizzare, tra il fornello e la pentola, una piastra di cottura!

Appena inizia a bollire abbassiamo il fuoco al minimo!

Mi raccomando è importante monitorare sempre la marmellata e mescolarla COOONTINUAMENTE!
Sarà pronta quando avrà raggiunto una consistenza abbastanza densa, non liquida!

Un trucco per riconoscere quando è pronta è vedere COME SCORRE LA GOCCIA di marmellata DAL MESTOLO: se scorre veloce significa che è piena di liquido; se scorre lenta significa che è perfettamente pronta!

Per conservarla basterà mettetela calda nei vasetti, chiuderli e metterli A TESTA IN GIU' 5 minuti così faranno il sotto vuoto!

Io, tanto che c'ero, ho fatto una meravigliosa CROSTATA…SENZA UOVA → sempre grazie alle banane (qui potete trovare la ricetta e presto vi metterò anche quella della crostata di oggi)

Benissimo…allora BUONA MARMELLATA!



unospicchiodimelone

sabato 30 luglio 2016

CENTRIFUGATO del MATTINO

Abbiamo detto più volte che lo START è sempre importante! Partire col piede giusto fa la differenza…almeno…a me la fa!!!

Perciò, anche questa mattina, ho deciso di partire con un buonissimo SUCCO fatto con frutta di stagione, succosa, dolce e ricca di vitamine!

INGREDIENTI

7 pesche a polpa bianca
500 g tra duroni e prugnole
30 g di zenzero

Conoscete le prugnole? Non sono altro che delle susine selvatiche! Le potete trovare sia brune-violacee che gialle, come le ho trovate io! Normalmente hanno una polpa più pastosa ma sono davvero squisite!

PROCEDIMENTO

Laviamo e tagliamo la frutta: sia le pesche che i duroni e le prugnole hanno il seme…la cosiddetta DRUPA…e questa drupa va, ovviamente, eliminata!


Io ho acquistato un AGGEGGINO meraviglioso per togliere il nocciolo dai duroni (quindi dalle prugnole e da tutte le altre DRUPACEE) è davvero un SALVA TEMPO fantastico…e se non lo avete correte subito a comprarlo! (N.B. vi metto la foto anche se stavo SNOCCIOLANDO delle amarene!)

Passiamo tutta la frutta nell’estrattore (oppure nella centrifuga).
N.B. lo zenzero possiamo passarlo senza nemmeno sbucciarlo!

Ed ora ci possiamo bere un bel bicchiere di questo centrifugato delizioso…pieno di profumi d’estate, i profumi del benessere!



BUONA PARTENZA A TUTTI!

unospicchiodimelone

giovedì 28 luglio 2016

POMODORI GRATINATI AL FORNO

Non le ho contate ma credo che esistano almeno 100 versioni di POMODORI GRATINATI!
Non ho provato tutte queste ricette, ma sono convinta che TUTTE mi piacciono! :-)

Io, comunque, vi propongo la mia versione…forse la 101…forse la 99…non lo so! Però vi assicuro che è VERAAAMEEENTE sfiziosa, quindi provatela!

INGREDIENTI per 12 pomodori (tipo INSALATARI)

150 g di pangrattato
100 g di parmigiano reggiano grattugiato
100 g di tonno sgocciolato (1 scatoletta)
2 acciughine
2 cucchiaini di capperi sotto sale (privati della loro acqua)
2 cucchiai di prezzemolo tritato (anche surgelato)
1 cipolla di Tropea
q.b. di olio extra vergine d’oliva
q.b. di sale fino!

PROCEDIMENTO

Accendiamo il forno preriscaldarlo a 200°C: tra poco vi spiego perché questa MOSSA è il PUNTO PRIMO!

Lavare e tagliare a metà i pomodori (nel senso della PANCIA), li disponiamo su una teglia da forno e li saliamo leggermente in superficie.


Inforniamo i pomodori (ecco la spiegazione) così iniziano a perdere l’acqua → e l’impanatura, che aggiungeremo in seguito, rimarrà croccante senza correre il rischio di bruciare tutto per avere i pomodori ben cotti!

In questa mezzoretta di attesa sbucciamo e tritiamo finemente la cipolla, tritiamo anche i capperi e le acciughine.

Uniamo il tutto in un contenitore ed aggiungiamo il pangrattato, il parmigiano reggiano, il tonno sgocciolato ed il prezzemolo!

Mescoliamo bene ed aggiungiamo il composto ai pomodori (che, appunto, si sono “asciugati” in forno circa 30 minuti).




Aggiungiamo un filo d'olio a ciascun pomodoro e torniamo ad infornare il tutto altri 20/30 minuti o per lo meno finché l’impanatura non è diventata bella dorata!

Non ci rimane che…papparceli tutti!



Buon POMODORO GRATINATO!


unospicchiodimelone

domenica 24 luglio 2016

AVOCADO TOAST in STILE BRITISH

A volte, la mattina, è bello partire con un versione salata…se penso, dunque, ad una colazione salata la mia PANCIA mi sussurra, anzi…mi urla: EEEEENNNGLISH BREAKFAAAAST!!!! AHAH!

Così, se non sono di corsa (quindi una volta all’anno), mi preparo un’ottima frittata e la accompagno con l’avocado (il connubio avocado-uova, secondo me, è il TOP) e, perché no….a volte ci sta anche 1 fetta (anche 5 o 6 fette) di pancetta rosolata…che non è altro che il mitico, strepitoso, favoloso BACON: un trionfo di grassi…ma che bontà ragazzi (…e ragazze)!!!



INGREDIENTI (per 2 persone o 1 persona molto affamata…tipo me)

Per le UOVA STRAPAZZATE

4 uova
4 cucchiai di panna liquida
2 cucchiai di scaglie di parmigiano reggiano
q.b. di pepe

Per TUTTO IL RESTO

1 avocado maturo (*)
una manciata di semi di sesamo
q.b. di sale e pepe
6 fette sottilissime di pancetta
4 fette di pane (io ho scelto un pane ai cereali…il mio preferito)

(*) N.B. Come riconoscere l’avocado maturo? E’ importante capire quando l’avocado sia maturo, ma è difficile trovarlo tale: normalmente lo si acquista acerbo e lo si lascia maturare in casa…per consumarlo bisogna aspettare che sia morbido al tatto e che la buccia, da verde, sia virata al bruno! Anche il picciolo sarà bruno (ma non nero eh???); inoltre, il vostro avocado si dovrà sbucciare molto bene, senza l’utilizzo del coltello!



PROCEDIMENTO

In un contenitore uniamo le uova, il parmigiano, la panna ed il pepe!



P.s. Il sale non l’ho aggiunto poiché c’è già il parmigiano che conferisce alla frittata un ricco sapore!

Sbattiamo bene con una frusta



Ed ora cuociamo il composto ottenuto in una padella anti aderente con un filo d’olio e continuiamo a mescolare in modo che non si attacchi!

Priviamo l’avocado della sua buccia e del suo SEMONE e lo tagliamo a fette, lo aggiungiamo al pane e lo condiamo con un po’ di sale, pepe e semi di sesamo!



Sempre in una pentola antiaderente andiamo a rosolare qualche minuto la pancetta: c’è a chi piace moooolto rosolata, chi meno….fatto sta che è sempre buona!

Quindi, ora prendiamo le altre fette di pane e ce le pappiamo con le uova strapazzate ed il bacon!!!!



Vi auguro una buona, buonissima COLAZIONE SALATA...molto english!





unospicchiodimelone

giovedì 21 luglio 2016

LA PIZZA SABBIOSA


Nemmeno il caldo ci ferma…anzi...perché parlo plurale? Mi ferma!
Forse parlo al plurale perché sono a casa con due pulci…i miei figli! Zeno di 5 mesi e Manu di 4 anni…con taaaanta febbre! Ahimè!

Quindi… CALDO X CALDO = FORNO = PIZZA …insomma mangiamo per non pensarci su!

La pizza: è meglio che non vi insegni io a farla, poiché quando ho detto la mia ricetta al mio caro amico pizzaiolo si è messo a ridere (simpatico eh? Ahah!) Però intanto mi ha dato la ricetta! Ed io me la sono scritta per benino e l’ho finalmente replicata!

Quindi, capirete bene che non posso darvi la SUA ricetta (e nemmeno la MIA) ma vi posso parlare di loro che sono FORTI e SPIAZZANO PIZZA a tutt’andare! Se li vedete in giro…fermatevi…perché la loro pizza è veramente mooooooolto buona! Inoltre, sono spesso in posti meravigliosi! Da lasciarci l’anima!


SPIAZZA
Ecco…detto questo vi volevo parlare del mio CONDIMENTO un condimento SABBIOSO che ricorda la sabbia…ma sabbia non è!

INGREDIENTI (per circa 500 g di impasto)

1 porro
1 peperone allungato dolce (io ho scelto lo sweet palermo)
50 g di tonno sott’olio (1 scatoletta)
50 g di pangrattato
30 g di parmigiano reggiano
200 g di mozzarella
150 g di polpa di pomodoro (a me piace POMODOROSO)

PROCEDIMENTO

Puliamo e tagliamo a rondelle sia il peperone…



…che il porro!






Uniamo le verdure in una ciotola assieme al tonno (scolato dal suo olio), il pane ed il parmigiano! Mescoliamo molto bene!


Intanto tiriamo l’impasto nella teglia e lo farciamo con pomodoro e mozzarella! Aggiungiamo il CONDIMENTO SABBIOSO ed inforniamo (mi raccomando…forno ben caldo!)


Non mi rimane che dirvi…BUONA PIZZA!

unospicchiodimelone

martedì 19 luglio 2016

POLPETTE di POLLO e VERDURE con SALSA PICCANTE di MANGO e CIPOLLA

Ragazzi (e ragazze) sono in MODALITA’ SVUOTA FREEZER per andare in vacanza liberi e sereni (si spera)…quindi…ho scongelato delle verdure quali taccole, fagiolini e peperone rosso…chiaramente cotti!

Per l’esattezza le taccole ed il peperone li avevo saltati in padella con olio e sale, mentre i fagiolini li avevo lessati!

Sempre in freezer avevo del macinato di pollo…ho guardato un po’ la frutta, la verdura fresca ed i formaggi in frigo e mi sono detta: OK….POLPETTIAMO! :-)

Vi assicuro queste POLPETTE erano (ormai non ci sono più...ahah) una favola!
E finalmente mio marito non si è lamentato del fatto che ho acceso il forno…anzi…mi ha chiesto quando le rifaccio….EH…ormai…dopo le vacanza, come minimo!!!

N.B. se voi NON siete in questa MODALITA’ ma volete fare comunque queste squisite polpette vi basterà cuocere un po’ di verdure…come ho fatto io, o come vi pare a voi!
Inoltre, potete scegliere anche verdure diverse…però il CONNUBIO legume-peperone ve lo consiglio vivamente eh???

INGREDIENTI per le POLPETTE di POLLO e VERDURE

500 g di verdure lesse (fagiolini, taccole e peperone rosso)
300 g di macinato di pollo
80 g di parmigiano reggiano
50 g di taleggio
150 g di pangrattato
3 uova
q.b. di sale e pepe

INGREDIENTI per la SALSA PICCANTE di MANGO e CIPOLLA

1 mango maturo
3-4 cipolle di tropea piccole
il succo di 1 lime
1 cucchiaino scarso di sale GROSSO
2 cucchiai da tavola di zucchero di canna integrale
1 cucchiaino di peperoncino in polvere

N.B. se il vostro peperoncino in polvere è molto piccante, mettetene meno eh???

PROCEDIMENTO



Io sono partita dalla salsa…così, mentre facciamo le polpette, si raffredderà un pochino!

Ci assicuriamo che il MANGO sia ben maturo…quindi al tatto dovrà essere leggermente morbido (come una pesca, per intenderci!); lo speliamo e lo tagliamo a pezzettoni!

N.B. il centro del mango è molto legnoso ed è perché, nascosto da mille fibre, c’è il SEMONE! Ovviamente questa parte non la utilizzeremo!

Speliamo, laviamo e tagliamo le cipolle (sempre in modo grossolano) ed uniamo il tutto in una padella antiaderente assieme al succo del lime, lo zucchero ed il sale.



Lasciamo cuocere sul fuoco vivace finchè non bolle poi copriamo con un coperchio e lasciamo ancora in cottura ma a fuoco BASSISSIMO per almeno 30 minuti!

Stiamo attenti a non bruciare! Se vediamo che la parte acquosa si è asciugata, ma le cipolle non sono ancora cotte, allora aggiungiamo succo di lime (se ne avete) o un pochino (ma pochino-INO) di acqua!

Una volta cotta, lasciamo riposare la salsa nella padella con il suo coperchio!

Ora possiamo procedere con le POLPETTE: in una ciotola mettiamo le verdure cotte e le frulliamo col mixer (se preferite potete frullarle nel frullatore); aggiungiamo il macinato, 100 g di pangrattato, il parmigiano (ho scelto di aggiungerlo tagliato a tocchetti così saranno ancora più saporite)…

…poi aggiungiamo il taleggio e le uova (che avremo precedentemente sbattuto con una forchetta assieme a POCO sale e pepe).


Mescoliamo mooooolto bene il tutto ed iniziamo a formare le polpette: potete farle tonde, schiacciate…quadrate! Come ci pare! 
Poi le arrotoliamo nel pangrattato così ci faranno una sorta di crosticina!


Non ci rimane che infornare (chiaramente forno preriscaldato) a 200-220°C per circa 45 minuti.

N.B. La cottura dipende molto dal nostro forno, dalla grandezza delle polpette e da quanto sono “acquose” le verdure che avete utilizzato…quindi…come al solito, controlliamo spesso e la doratura significherà che sono pronte!

Se abbiamo un dubbio avremo la sfortuna di assaggiarle… Ahah!


Mentre si raffreddano un attimino le polpette (a proposito, sono BUONISSIMISSIME anche il giorno dopo) riprendiamo la amata salsa, la mettiamo in una ciotola e la frulliamo con il mixer ad immersione; aggiungiamo un cucchiaino ricco di peperoncino macinato (mi raccomando eh??? Anche mooolto meno se è davvero piccante…) e mescoliamo abbondantemente!


Ok…non ci rimane altro che PAPPARCELE…o con la salsa (mio marito ne è rimasto davvero innamorato) o senza salsa…sono comunque morbidissime e gustosissime!




Buona…BUONISSIMA POLPETTA!
unospicchiodimelone

venerdì 15 luglio 2016

UNA FRESCA e DOLCE COLAZIONE

La colazione è un momento molto importante! Io la adoro e non riesco proprio a rinunciarci…senza la colazione non riuscirei proprio a partire!

Certo che quando fa un gran caldo è difficile avere appetito e sarebbe proprio un peccato non fare colazione! E allora io vi propongo questa COLAZIONE fresca, dolce, energetica e, perché no, anche salutare!

Al mio bambino è piaciuta molto, abbiamo “giocato” con i colori della frutta!

L’estate ci regala ricchi sapori e dobbiamo approfittarne…d’inverno la frutta così zuccherina e succosa non la troviamo proprio più!

INGREDIENTI per il CENTRIFUGATO DETOX (1 litro)

mezzo melone (io l’ho scelto liscio ma va benissimo anche il retato)
1 pompelmo rosa
3 pesche a polpa bianca

N.B. Io lo chiamo centrifugato, ma in realtà uso l’estrattore! Se non avete nessuno dei due potete tranquillamente utilizzare il frullatore...chiaramente sarà meno “succoso” dell’estratto!

INGREDIENTI per lo SMOOTHIE

1 bicchiere del centrifugato appena fatto!
2-3 cucchiai di yogurt bianco intero (o magro, se preferite)
2-3 fichi per guarnire

INGREDIENTI per il MELONE GODURIOSO

mezzo melone (l’altra metà!)
1 vasetto circa di yogurt bianco (intero o magro, a voi la scelta)
1 fico
2-3 noci brasiliane
2-3 amaretti
una fettina di anguria
qualche bacca di goji e ananas disidratata
qualche goccia di cioccolata fondente
  
PROCEDIMENTO

Iniziamo a preparare il centrifugato: quindi puliamo la frutta (il bello della centrifugazione è che possiamo pulirla in modo grossolano)…


 …e la inseriamo nella nostra centrifuga (o estrattore) per ottenere il nostro meraviglioso succo!



N.B. Poiché metà melone lo utilizziamo, poi, come COPPA è meglio tagliarlo in senso longitudinale, quindi NON da picciolo a base, per intenderci, ma dalla parte della PANCIA! :-)

Se il melone è zuccherino non avrete bisogno di aggiungere nemmeno un cucchiaino di miele! E sentirete che bontà…l’amaro del pompelmo, il dolce del melone, l’acidulo della pesca…davvero meraviglioso!


Ora possiamo creare molto velocemente uno SMOOTHIE: basterà aggiungere alla quantità di 1 bicchiere del centrifugato appena fatto un paio di cucchiai di yogurt!



N.b. se vi piace più denso, ovviamente, potete aggiungere anche 3-4 cucchiai di yogurt!

Laviamo e tagliamo longitudinalmente 2 fichi...


...e le sue fette le “appiccichiamo” all’interno del calice! :-)
Versiamo lo smoothie…ET VOILA’…un’altra bevanda fresca, colorata e gustosa E' PRONTA!



Per non avere però solo la pancia piena di liquidi prepariamo anche una sorta di YOGURT, FRUTTA FRESCA e SECCA…però mangiata DENTRO ed ASSIEME ad un MELONE!

Il melone ci farà da coppa! Ma anche verrà SCUCCHIAIATO..insieme a tutto il resto…ahaha!



Facilissimo e velocissimo da preparare: privatelo dei semi interni (MI RACCOMANDO tagliatelo nel senso della PANCIA) e riempitelo di yogurt e ciò che più vi piace!!!

Non mi rimane che augurarvi...BUONA COLAZIONE!


unospicchiodimelone