lunedì 20 febbraio 2017

INSALATA con LAMPONI, MISTICANZA, OLIVE VERDI e PRIMOSALE


L'INSALATA con LAMPONI, MISTICANZA, OLIVE VERDI e PRIMOSALE si presenta meravigliosamente sulla vostra tavola e...vi assicuro...è buonissima!

Se non avete mai provato i lamponi in insalata è arrivato il momento di farlo! :-)

Io li adoro in generale e nell'insalata, conditi con olio e sale, sprigionano ancora di più la loro bontà! :-)

I LAMPONI sono dei frutti prelibati, ricchissimi di vitamine, antiossidanti e sali minerali; come tutti i frutti rossi sono consigliatissimi per chi ha problemi circolatori, in quanto sono degli ottimi drenanti!



Ahimè l'unica nota negativa è il prezzo, ma ogni tanto li possiamo aggiungere al carrello della spesa, che dite?

Non è certo febbraio il mese dei lamponi; sono frutti di PIENA ESTATE (fine luglio-agosto), ma io proprio non riesco a rinunciare a loro tutto l'anno! Ahah!

Sicuramente nel loro periodo li troviamo anche ad un prezzo più ragionevole ed a Km 0.
Io, avendo la fortuna di conoscere un'amica che è colma di piante di lamponi, li ho anche congelati e, devo dire, si mantengono molto bene in freezer. Quindi, vi suggerisco anche questa mossa! :-)

I lamponi, abbinati ad un formaggio delicato, ma allo stesso tempo saporito, come il PRIMOSALE sono perfetti! In alternativa (o in aggiunta) potete utilizzare anche la MOZZARELLA.


La MISTICANZA la trovate in busta; comoda comodissima per essere aperta e consumata! :-)

Le QUANTITA' decidetele voi in base ai vostri gusti: io vi consiglio di abbondare con la MISTICANZA. Di lamponi ve ne basteranno pochi, anche se potete tranquillamente abbondare anche di questi! Male non vi fate, insomma! Ahah!

Come CONDIMENTO vi consiglio il classico olio, aceto e niente sale (poiché avete già le OLIVE VERDI). 
Sarebbe davvero SUPER condire con un filo di ACETO BALSAMICO di MODENA! EEEEEH GIA'!


INGREDIENTI

misticanza
lamponi
primosale (e/o mozzarella)
olive verdi denocciolate
olio extravergine d'oliva
aceto (preferibilmente il balsamico)

PROCEDIMENTO

Lavate i lamponi, tagliate a cubetti il primosale, scolate le olive ed unite il tutto in un contenitore capiente assieme alla misticanza.


Condite e...GUSTATEVI TUTTA la BONTA' e la FRESCHEZZA di un piatto semplice ma colorato, gustoso e salutare!


Non mi rimane che auguravi...buona INSALATA COLORATA a tutti!

unospicchiodimelone!

venerdì 17 febbraio 2017

PASTA FREDDA con UOVA SODE, MOZZARELLA e PESTO di OLIVE NERE

La PASTA FREDDA con UOVA SODE, MOZZARELLA e PESTO di OLIVE NERE è una pasta saporita, energica e gustosa.

E' una pasta perfetta per una pausa pranzo che necessita di ricarica energetica! Per chi, come me, al lavoro deve molto camminare e fare veri e propri lavori di manovalanza, ha bisogno di una pausa ricca!

Ma anche chi è seduto davanti ad un PC per ore ha bisogno di energie, perché parla che ti parla, scrivi che ti scrivi che...ad un certo punto...ti ritrovi con una fame da lupi!

Questa pasta fredda è perfetta anche per i bambini: è una pasta colorata che non può non incantarli.

Le UOVA sono, sì, ricche di colesterolo, ma non vanno eliminate dalla dieta poiché anch'esse contengono vitamine importantissime per il nostro organismo; l'importante è, come per ogni cosa, non esagerare!

La MOZZARELLA è un formaggio considerato”grasso”, ma una mozzarella ogni tanto non è certo ciò che ci crea i problemi, dico bene??? :-) Inoltre, se scegliete una mozzarella di qualità, tanto meglio!

Il PESTO di OLIVE NERE è saporitissimo e vi eviterà di aggiungere troppo sale nell'acqua di cottura della pasta.

Come pasta io ho scelto una pasta corta, di grano, ma potete anche surrogarla con una pasta integrale o al farro. Il risultato sarà sempre ottimo, garantito!

INGREDIENTI

pasta (calcolate 80-100 g a testa)
uova (calcolate 1 uovo a persona)
mozzarella (calcolate mezza mozzarella a persona)
pesto di olive nere (q.b. potete aggiungerlo a piacimento; ricordatevi che è molto saporito)
q.b. di sale grosso
q.b. di pepe (se volete pepare le uova)
(se il pesto è troppo secco potete aggiungere un filo d'olio extravergine d'oliva)

PROCEDIMENTO

Mettete a bollire l'acqua per la pasta; quando bolle, aggiungete il sale grosso e la pasta; calcolate i tempi di cottura, assaggiate (se è cotta) scolate e sciacquate con acqua fredda in modo da fermare la cottura.

Nel frattempo mettete le uova in un pentolino con l'acqua (devono essere sommerse d'acqua) le portate ad ebollizione e, DAL MOMENTO IN CUI BOLLE L'ACQUA, calcolate 8 minuti: non un minuto in più non un minuto in meno.



8 minuti se volete le uova cotte al punto giusto, ma se vi piacciono un pochino meno cotte allora calcolate 6 minuti!

Una volta passati gli 8 minuti, scolate le uova e le immergete per 5 minuti in acqua ghiacciata (così, oltre che a raffreddarsi, sarà anche più facile sbucciarle).

Tagliate a dadini la mozzarella ed iniziate ad unire il tutto in un bel piatto.



Ai miei bimbi piace tagliare a fette l'uovo e disporlo come una coda di un pavone...dice Manu! :-)



Per chi gradisce, può pepare le uova!



Buona PASTA FREDDA piena di energia a tutti!

unospicchiodimelone!

mercoledì 15 febbraio 2017

PAVESINI AL CACAO con GRANELLA di PISTACCHI e MANDORLE – Con Latte Vegetale

I PAVESINI AL CACAO con GRANELLA di PISTACCHI e MANDORLE sono un dolcetto davvero facile e veloce da preparare.

I pavesini al cacao farciti con una buona cioccolata spalmabile e ricoperti di granelle gustosissime diventano un dessert fresco e sfizioso! Uno tira l'altro, insomma! :-)

Se non digerite molto il latte vaccino potete utilizzare un latte di mandorle o di cocco (anche la soia, ma ha un sapore più spento rispetto agli altri latti vegetali).

I pavesini ripieni di cioccolata e farciti con scaglie di cocco sono buonissimi ma capita spesso di trovare persone a cui non piace il cocco.

Per questo ve li voglio proporre con la granella di pistacchi e mandorle; il pavesino, inoltre, lo scelto al cacao!



Questo dolcetto di pavesini potete prepararlo anche con i vostri bimbi: si divertiranno un sacco a farcirli e...a mangiarli!

Inoltre, sono comodissimi anche da preparare il giorno prima, poiché si mantengono molto bene in frigo (anzi, freschi sono ancora più buoni).

INGREDIENTI (per 22 dolcetti)

44 pavesini
q.b. di cioccolata spalmabile
q.b. di latte di mandorle (o altro latte vegetale)
q.b. di granella di pistacchi e di mandorle

PROCEDIMENTO

Facile-Facilissimo Veloce-Velocissimo preparare questi pavesini!!! E, ripeto, è divertentissimo farlo con i bambini!

Prendete 3 piatti: in uno ci mettete un bicchiere di latte, in un altro 2-3 cucchiai di granella di pistacchi, e nell'ultimo 2-3 cucchiai di granella di mandorle.



Se vedete gli gli ingredienti non sono sufficienti, ovviamente, ne aggiungete ancora.

Farcire un pavesino con la cioccolata e lo unite all'altro pavesino, li rotolate prima nel latte (molto velocemente, mi raccomando) poi nelle granelle.


Li disponete in un piatto ed il gioco è fatto!



Potete conservarli in frigo anche per un giorno.


Che vi dicevo: facile e veloce, vero?



Non mi rimane che augurarvi un BUON DESSERT a TUTTI!

unospicchiodimelone!

lunedì 13 febbraio 2017

RISO NERO THAI con GAMBERI al LIMONE e RUCOLA

Il RISO NERO THAI con GAMBERI al LIMONE e RUCOLA è un primo piatto semplice e facile da fare!

E' perfetto mangiato “freddo”, quindi, è comodissimo sia per chi deve organizzare i pranzi in ufficio e sia per chi, come me, deve preparare la cena in anticipo! :-)

Il RISO NERO THAI è un riso dal gusto morbido ed un profumo spiccato! E' un riso perfetto da abbinare al pesce e per essere speziato!



Inoltre, spesso lo si trova INTEGRALE, per cui è un riso che si presta benissimo per chi segue una dieta o vuole mangiare sano ma con gusto!

Come GAMBERI mi piace utilizzare quelli grandi che trovo spesso nel banco freezer del supermercato: evitando la pulitura dei gamberi, diventa un piatto davvero veloce da preparare!

Comunque è un riso ottimo anche con i gamberetti e, ovviamente, se trovate il pesce fresco va benissimo! :-)

Il connubio gamberi-LIMONE, secondo me, è perfetto! E la RUCOLA è quel giusto tocco di verdura che aromatizza il piatto ma senza invadere i sapori!

I gamberi sono perfetti anche accompagnati con le zucchine! Da provare presto, quindi, quest'altra alternativa!

INGREDIENTI

mezzo bicchiere di riso nero thai per persona
6-7 gamberi grandi per persona
rucola a piacimento
1 limone bio
q.b. di sale grosso e sale fino
q.b. di pepe nero e rosa
q.b. di olio extravergine d'oliva

PROCEDIMENTO

Portate ad ebollizione l'acqua e salate con il sale grosso; aggiungete il riso e mescolate fino a cottura (normalmente 15-20 minuti, dipende dal tipo di riso che trovate).

Nel frattempo lavate il limone e tagliatelo a fette; se siete in due persone, per esempio, vi bastano 4 fette.

Mettete le fette li limone a rosolare con un filo d'olio in una pentola; salate leggermente con il sale fino, pepate ed aggiungete i gamberi (se sono da freezer è meglio averli prima scongelati).


I gamberi si cuoceranno davvero in pochi minuti, così rimangono anche belli morbidi.

Assaggiate il riso se è cotto, scolate e sciacquate con l'acqua fredda così bloccate la cottura.

Ora unite i gamberi (con anche le fette di limone) al riso.



Aggiungete la rucola fresca (la quantità decidetela voi...io, per esempio, la adoro e ne metto sempre un sacco) e, se gradite, aggiungete anche un filo d'olio.



Ed ecco che la cena è servita! :-)



Non mi rimane che augurarvi...BUON APPETITO A TUTTI!

unospicchiodimelone!

mercoledì 8 febbraio 2017

TISANA DRENANTE TARASSACO e ORTICA AROMATIZZATA al LIMONE

La TISANA DRENANTE TARASSACO e ORTICA AROMATIZZATA al LIMONE è una tisana molto profumata, grazie all'olio essenziale al limone, diuretica e detox.

Il TARASSACO, o meglio conosciuto come SOFFIONE (molti lo conoscono anche come PISCIALETTO...un nome, che in effetti, dice tutto) è una pianta spontanea che cresce rigogliosa nei prati.

Il suo colore giallo intenso si alterna meravigliosamente al bianco delle margherite o al viola delle violette e, dunque, diventa uno dei FIORI PROTAGONISTI durante il magico periodo che ci regala la primavera.

Il fiore e le foglioline più giovani del tarassaco sono molto apprezzate nell'insalata, mentre nella tisana useremo la RADICE essiccata (molto più ricca di sostanze benefiche).

Il tarassaco appartiene alla famiglia delle COMPOSITE ed è anch'esso una CICORIA, quindi è parente con i radicchi e con i carciofi!

Infatti, il tarassaco è molto amaro e, come sempre, dobbiamo ringraziare l'amaro se questa pianta spontanea ci depura il fegato e l'organismo applicando una forte azione diuretica.


In coppia con l'ORTICA è perfetto! L'ortica è anch'essa una pianta spontanea ed ha un alto potenziale drenante.

L'ortica riempie, sempre a primavera, i fossi (o comunque le zone ricche d'acqua) poiché ama più i luoghi umidi e, come tutti ben sappiamo, punge che è una meraviglia! :-)

Dell'ortica utilizzeremo le FOGLIE essiccate.

Io acquisto sempre prodotti biologici, soprattutto quando si tratta di spezie ed erbe.

E' vero, sono molto più costose, ma queste importanti erbe e spezie le possiamo paragonare a delle medicine nostre alleate per il benessere del corpo e dello spirito: la natura ci trasmette, infatti, anche tanto sano equilibrio!

Gli OLI ESSENZIALI, poiché sono dei concentrati delle piante, sono molto potenti e penetrano fino alle nostre arterie. Per questo è sempre meglio acquistare prodotti di alta qualità, utilizzarli con parsimonia e, dunque, in piccole dosi (e sempre diluiti) e chiedere sempre (SOTTOLINEO SEMPRE) all'erborista o farmacista di fiducia!



Come sempre, io vorrei darvi delle giuste informazioni ma, vi ricordo, che non sono un medico e, pertanto, è sempre meglio prestare attenzione...anche alla NATURA AMICA! :-)

L'olio essenziale al LIMONE è perfetto in questa tisana: il tarassaco è amaro e l'ortica sa molto da erba, dunque il limone darà a questa bevanda un aroma davvero molto gradevole!



Potete anche mettere del succo di limone, anziché l'olio, ma non è la stessa cosa...provare per credere! :-)

INGREDIENTI per 1 tazza di TISANA

1 tazza di acqua naturale minerale
1 cucchiaino di tarassaco in radice essiccata
1 cucchiaino di ortica in foglie essiccate
2 gocce di olio essenziale al limone
q.b. di miele, per chi gradisce

PROCEDIMENTO

Fate bollire l'acqua, spegnete il fuoco e mettere in infusione le erbe per almeno 8-10 minuti.

Con l'aiuto di un colino filtrate le erbe mentre versate la tisana nella tazza e ci aggiungete le 2 gocce di olio essenziale al limone e, per chi gradisce, un cucchiaio di miele.



Se avete anche voi questi simpatici kit per inserire le erbe per le tisane, usateli! Sono davvero comodi e vi aiutano anche nel capire il dosaggio! :-)



Non mi rimane che augurarvi...UN BUON MOMENTO DRENANTE A TUTTI! :-)


unospicchiodimelone


lunedì 6 febbraio 2017

TORTA al CIOCCOLATO SOLO ALBUMI, SENZA FARINA e SENZA BURRO


La TORTA al CIOCCOLATO SOLO ALBUMI, SENZA FARINA e SENZA BURRO è una torta morbida dal sapore intenso.

E' una torta molto CIOCCOLATOSA ma è SENZA FARINA e SENZA BURRO, quindi è davvero perfetta per chi ama mangiare sano senza rinunciare al gusto.

Inoltre, ho utilizzato il CACAO AMARO...insomma, non sarà quel poco di zucchero a rovinarci la linea, che dite?



Il CACAO, alleato del cuore e del cervello, oltre ad essere ricco di proteine e sali minerali contiene la SEROTONINA, la proteina della felicità! :-) 
Non a caso il CACAO è un favoloso antidepressivo!

Questa torta nasce dal RECUPERO ALBUMI! Capiterà anche a voi di ritrovarvi con albumi avanzati...tipo i classici 6 albumi rimanenti dalla crema pasticcera???

Ecco allora questa torta fa proooprio il caso vostro! :-)

INGREDIENTI

6 albumi
150 g di zucchero di canna integrale
50 g di zucchero a velo
110 g di cacao amaro in polvere
1 tazzina da caffè di olio extravergine d'oliva
1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina

PROCEDIMENTO

Come potete vedere in figura, come prima mossa montate gli albumi a neve.



Poi aggiungete gli zuccheri, il pizzico di sale e la vanillina e, sempre con l'aiuto di una frusta elettrica, continuate a mescolare il tutto.

Aggiungete ora il cacao amaro (possibilmente setacciato) e mescolate; poi aggiungete l'olio e mescolate ancora fino ad ottenere un composto semiliquido, liscio ed omogeneo.

N.B. Se vi rimane qualche grumo, non preoccupatevi troppo...tanto si tratta di cacao e non di farina: avere dei punti con una maggiore concentrazione di cacao non sarà un problema! :-)

Ora riempite la teglia con il composto (io mi trovo molto bene con le teglie di silicone), livellate ed infornate (forno ben caldo, mi raccomando) a 180-200°C per circa 20-30 minuti al massimo.

Il mio composto, nella teglia, aveva uno spessore di circa 2 cm: anche questo influirà sui tempi di cottura (oltre la capacità che ha il vostro forno...il mio scalda pochissimo)!

La PROVA STECCHINO sarà sempre e comunque la miglior prova per capire se la vostra torta è cotta!


Se vedete che si cuoce molto sopra (come spesso capita a me con il mio forno davvero scarso) allora SEMI-COPRITE la teglia con un'altra teglia! Eviterete, così, bruciature sgradevoli!



Fate raffreddare la vostra torta, spolverate di zucchero a velo e servite!



Allora non mi rimane che augurarvi a tutti una BUONA DOSE di SEROTONINA! Ahah!

unospicchiodimelone!

sabato 4 febbraio 2017

ESTRATTO DETOX con RADICCHIO TARDIVO, KIWI, ARANCIA e ZENZERO

L'ESTRATTO DETOX con RADICCHIO TARDIVO, KIWI, ARANCIA e ZENZERO è un succo che racchiude la giusta miscela tra verdura e frutta.

Possiamo considerarlo l'ESTRATTO della SALUTE poiché contiene un ortaggio prelibato (il radicchio tardivo), frutta vitaminica e vitalizzante, una spezia considerata l'elisir di lunga vita!

Il RADICCHIO TARDIVO, tipico della zona di TREVISO, appartiene alla famiglia delle CICORIE, ovvero quella famiglia caratterizzata dal tipico sapore amarognolo...un amarognolo, però, ricco di benessere!

Il RADICCHIO TARDIVO di TREVISO è considerato una CICORIA PRELIBATA, sì...perché ha un colore rosso che lo contraddistingue dagli altri radicchi ed il suo sapore è meno amaro, anzi, ha una nota dolce molto apprezzata!

Il suo sapore gradevolmente amaro e la sua croccantezza rende perfetto il suo utilizzo in questo ESTRATTO DETOX!

Vi consiglio, comunque, di mangiare il radicchio tardivo tagliato a fettine in insalata e condito con un buon aceto balsamico di Modena! :-) Uno spettacolo!

Come vi dicevo precedentemente, questa peculiarità amara delle cicorie è un toccasana per la nostra salute in quanto aiuta il fegato a fare il suo mestiere di DEPURATORE PRINCIPALE del nostro organismo!

Il radicchio, unito al potere digestivo del KIWI, al potere rivitalizzante dello ZENZERO e ad il potere disinfettante e vitaminico dell'ARANCIA, sarà ancora più DETOX!

DETOX SI', ma se esageriamo con i meravigliosi dolci fritti di carnevale, conterà ben poco, ok? Ahah!

INGREDIENTI (per 2-3 bicchieri di succo)

3 radicchi tardivi di Treviso,
2 arance
3 kiwi
radice fresca di zenzero a piacimento (io esagero con lo zenzero, ma sono molto abituata ad utilizzarlo, per cui consiglio a chi non lo conosce tanto di iniziare con 2-3 cm di radice fresca)

PROCEDIMENTO

Lavate e tagliate grossolanamente la verdura, la frutta e la radice di zenzero.



N.B. Se scegliete, come me, gli ortaggi BIO allora potete utilizzare anche le varie bucce, sennò dovete eliminarle.

Del radicchio vi consiglio di tenere anche la radice, più amara rispetto alle foglie, ma molto più ricca di sostanze benefiche.

Eventualmente, se necessario, private il radicchio delle foglie imbrunite.

Iniziate ad aggiungere il tutto nell'ESTRATTORE.



N.B. Se non avete un estrattore potete utilizzare la CENTRIFUGA oppure il FRULLATORE. Nel caso del frullatore allora vi consiglio di tagliare gli ortaggi più finemente e di aggiungere una parte liquida: acqua, tè freddo o latte, magari vegetale.




Otterrete un SUCCO davvero squisito e, se non lo bevete tutto d'un fiato come abbiamo fatto noi, potete conservarlo in frigo ben sigillato per un paio di giorni.




Non mi rimane che augurarvi...un BUON DETOX a tutti...tra un dolcetto e l'altro! Ahah!




unospicchiodimelone