venerdì 16 dicembre 2016

BISCOTTI di NATALE – Con Farina di Farro e Senza Burro



I BISCOTTI di NATALE con Farina di Farro e Senza Burro sono dei biscotti perfetti per i regali homemade!

Quanto è bello regalare dei propri pensierini prodotti con tanto amore e con prodotti sani e genuini?

Inoltre, questi sono biscotti semplicissimi che potete tranquillamente fare insieme ai vostri bimbi! Loro si divertiranno un sacco...voi un po' meno...ahah! Ma d'altronde il Natale è dedicato a loro, dico bene? :-)

Io ed il mio bimbo Manuele li abbiamo fatti da appendere all'albero! E' carissimo vedere un albero pieno di bontà: dai biscotti alle caramelle di zucchero...queste sono le cose che mi fanno sentire il Natale vivo più che mai!

Come spesso faccio, ho utilizzato ingredienti light, ma che non mancano di gusto e bontà! :-)

INGREDIENTI (per circa 40/50 biscotti...dipende dalla dimensione degli stampini)

150 g di farina di farro
150 g di farina manitoba per dolci
100 g di zucchero di canna integrale
100 g di burro di soia
mezza busta di lievito per dolci
2 uova
un pizzico di sale

INGREDIENTI per DECORARLI

Tutto ciò che volete e che vi diverte! :-) Io e Manuele abbiamo scelto le caramelline, praline, M&M, corallini di zucchero tutti di colori diversi!

Potete anche decorarli con le fantastiche penne per decorare o utilizzare la pasta di zucchero!

PROCEDIMENTO

In un contenitore mescolate bene le uova con lo zucchero; aggiungete gradatamente e, sempre mescolando, il burro di soia, le farine setacciate, il lievito, il pizzico di sale.

Io mi aiuto con la spatola di silicone ma, se preferite, potete usare le fruste elettriche (almeno fino a ché non si solidifica il tutto troppo).

Una volta formatasi la PALLONA dell'impasto la sistemate in frigo e la lasciate riposare un'oretta!

Nel frattempo vi preparate gli stampini e tutto il materiale che volete utilizzare per guarnirli!

Ok, ora tirate fuori l'impasto dal frigo, vi armate di mattarello ed iniziate a tirare la pasta spargendo un po' di farina sul piano di lavoro...in modo che non vi si appiccichi la frolla!

Non tirate l'impasto troppo sottile, sennò rischiate di bruciarli!

Prendete gli stampini e iniziate a ritagliare i biscotti.



Noi abbiamo utilizzato gli stampini per appendere i biscotti all'albero! :-)

Accendete il forno così lo riscaldate bene a 200-220°C
.
Decorate a piacimento i biscotti.


Infornate per circa 15 minuti (o per lo meno finché non sono dorati).



Una volta raffreddati potete infiocchettarli e...o li appendete al vostro albero o...li regalate!


E per rendere ancora più semplice ma d'effetto il regalo homemade vi basterà sistemarli all'interno di una bella scatola natalizia!


I biscotti mi ricordano un sacco il Natale e...ormai...il Natale è alle porte!



Buon BISCOTTO NATALIZIO a TUTTI!

unospicchiodimelone

giovedì 8 dicembre 2016

TORTA SALATA ad ALBERO DI NATALE – VEGETARIANA

 La TORTA SALATA ad ALBERO DI NATALE VEGETARIANA è una torta salata perfetta...anzi...perfettissima da presentare a Natale!

Peccato che io non l'abbia fatta troppo perfetta... :-)

Però era la prima volta che la facevo! Dunque, se anche per voi sarebbe la prima volta, vi interesserà sapere i miei piccoli errori...così voi non li farete!

...Errori che poi ho rimediato...e vi spiegherò anche i miei TRUCCHETTI per ridurli al minimo!

Vi parlo di questa torta salata non solo per la sua presentabilità natalizia, ma anche perché è buonissima!

O meglio, gli ingredienti che ho utilizzato l'hanno resa SFIZIOSISSIMA e alla portata di tutti...perché diciamocelo...chi è che non avrà un vegetariano a tavola per le feste????

Quindi, questa torta salata ad albero di Natale vegetariana farà felici tutti (...quasi*) e, inoltre, porterete in tavola delle verdure di stagione (e, tra l'altro, molto salutari).

* Se avete (o se siete) vegani è necessario sostituire il formaggio. Come surrogato potreste usare il tofu: dopo averlo saltato in padella con olio e sale lo riducete ad una crema.

La cicoria, i broccoli ed i cavoli sono verdure tipiche del periodo invernali e, come ci siamo già detti più volte, sono estremamente salutari: depurative al massimo!

Cosa aspettate? Andate immediatamente a comprare due rotoli di pasta sfoglia! Oppure se siete brave...la fate voi! :-)

INGREDIENTI

2 rotoli di pasta sfoglia rettangolari
50 grammi di formaggio a fette
1 cespo di cicoria non troppo grande
qualche cima di broccolo e di cavolfiore
qualche spicchio d'aglio
q.b. di sale grosso
q.b. di olio extra vergine d'oliva
q.b. di semi di girasole e di papavero

PROCEDIMENTO

Iniziate con saltare in padella con olio, sale grosso e qualche spicco d'aglio la cicoria lavata e tagliata a pezzetti.



Mescolate accuratamente e, se vedete che inizia a BRUCCIACCHIARSI, aggiungete un mezzo bicchiere d'acqua.

Dopo circa 15 minuti spegnete il fuoco. In contemporanea, saltate in padella nello stesso modo anche le cime del cavolfiore e dei broccoli. Anche per queste verdure occorreranno circa 15 minuti.

In generale, le verdure tenetele un po' croccanti: andranno in forno, quindi, la cottura continuerà anche dopo.

Ora stendete il primo rotolo, lo farcite col formaggio facendo la sagoma dell'albero. Aggiungete la cicoria e l'altro rotolo di pasta sfoglia.

Ora, col coltello, vi ritagliate la forma d'albero di Natale.

Con la pasta che vi avanza vi fate un bel rotolo con la pellicola e la sistemate in frigo, così la riutilizzerete (magari per fare dei salatini).

Ora dovete ritagliare le strisce e fare i riccioli...e QUI CASCA L'ASINO! :-) Ho fatto il tronco SBILENCO e la PUNTA...non ne parliamo!

Vi dico questo, appunto, per farvi evitare di ripetere i miei stessi errori! :-)

In figura, comunque, sono mostrati tutti i passaggi!


Ma vediamo un po': COME HO RIMEDIATO AGLI ERRORI??? Con i cavoli e i broccoli (che vogliono essere le nostre palle di Natale) sono andata a RICOPRIRE gli errori...li ho utilizzati non solo come palle, appunto, ma anche come PEZZE!

Una volta cotta, la torta salata ad albero risulta molto meno FALLATA rispetto a quando era cruda...insomma...SI FA SI FA! Inoltre, vi ripeto, E' BUONISSIMA...MICA UN PARTICOLARE DA POCO VERO???

E...altra cosa...a farla mi sono proprio divertita! :-)

Prima di infornarla aggiungete anche qualche seme: io ho scelto i semi di girasole e di papavero! Ottimi! :-)


Il forno dovrà essere ben caldo (200-220°C) e la torta salata sarà pronta quando sarà dorata (circa dopo 20-30 minuti).



Buona torta salata a tutti...natalizia o meno...fallata o meno! :-) E...VIVA GLI ERRORI...perché è proprio grazie ad essi che impariamo un sacco di cose! L'importante è NON PERSEVERARE...dico bene? :-)

unospicchiodimelone!

sabato 3 dicembre 2016

POLPETTE MERLUZZO e BROCCOLETTI - Il finger food delle feste natalizie

 Le POLPETTE MERLUZZO e BROCCOLETTI sono un ottimo finger food da portare sulla tavola per le feste natalizie...magari per la Vigilia di Natale...dipende dai vostri usi e costumi!

Sicuramente è uno STUZZICHINO sfiziosissimo che si presta bene in tutte le occasioni...anche, per esempio, per far mangiare pesce ai bambini!

I miei due monelli vanno matti per queste polpette...anche Zeno, di 10 mesi!

Con le polpette è impossibile sbagliare...anche quando sono piene di verdure, come queste! Ho scelto di aggiungerci dei broccoli e COMPANY: cavoli di Bruxelles e cavolfiore.

Le brassiche sono tra gli ortaggi più complicati da dare ai bambini, ma nelle polpette nessuno batterà ciglio...garantito! Ahah!

Anche il merluzzo è perfetto in polpetta in quanto è un pesce molto ricco di proprietà, ma povero di sapore!

Insomma, un bel piatto, qualche addobbo e tutto, a Natale, diventa magico! L'importante è stare insieme!

INGREDIENTI

300 g di merluzzo cotto
300 g di broccoletti, cavoli di Bruxelles, cavolfiore ecc. (i parenti, insomma AHAH) lessati
100 g di pangrattato
50 g di parmigiano reggiano grattugiato
1 uovo

PROCEDIMENTO

Il merluzzo io l'ho semplicemente cotto in forno con un filo d'olio e di concentrato di pomodoro (per dare sapore), ma voi potete anche cuocerlo in padella con qualche odore ed un pizzico di sale.

I broccoletti e parenti (fa anche rima) li ho lessati in padella con un filo d'acqua e un pizzico di sale; se avete modo di cuocerli al vapore sarebbe il top!




 Il "bello" delle polpette è che, a farle, si fa prestissimo: basterà prendere un contenitore, aggiungere tutti gli ingredienti e mescolare bene.

N.B. L'uovo, prima, sbattetelo a parte con l'aiuto di una forchetta.



Una volta formata la PALLONA potete iniziare a formare le polpette ed adagiarle su una teglia da forno.




Nel frattempo, mi raccomando, avrete già acceso il forno a 200-220°C.



Infornate e, dopo circa 20-30 minuti al massimo saranno belle dorate!




Non vi rimane che servirle su un bel vassoio e papparvene almeno 5 solo per aver fatto questa mossa! Ahah!



Buona polpetta di merluzzo, broccoli (e parenti vari) a tutti! :-)

P.s. Questa ricetta la trovate anche sul favoloso blog di UCOOKI cliccando QUI troverete anche altre interessantissime ricette!





unospicchiodimelone

venerdì 2 dicembre 2016

BIETOLA saltata in padella al MELOGRANO – Senza aglio



 La BIETOLA saltata in padella al MELOGRANO senza utilizzare aglio è un contorno alternativo e molto salutare.

L'aglio è il RE degli ortaggi salutari, ma ahimè non piace a tutti...o meglio, non tutti lo tollerano!

Questo contorno contiene ortaggi di stagione, si presenta molto bene ed è buonissimo! Quale buon motivo, dunque, per non portarlo sulla nostra tavola? E non solo...possiamo anche pensare di portarlo sulla tavola del Natale.

Sì, perché ormai è dicembre e bisogna già pensare a quei giorni di festa: COSA FACCIO? COSA PREPARO? COSA PORTO?

Tutti, ormai, abbiamo in famiglia vegetariani, vegani o salutisti! Ahah! Ormai non ci conviene più portare solo carni, stufati, lessi, tortellini di carne, paste ripiene e chi più ne ha più ne metta!

La BIETOLA o BIETA non è troppo amara e, spesso, piace anche ai più piccoli (magari per loro và LAVORICCHIATA un po' col formaggio per ingannarli).

Ancora più delicate e dolci solo le BIETOLINE. Io, ho utilizzato proprio queste per la ricetta di cui vi voglio parlare oggi.

Il MELOGRANO o MELAGRANA è un frutto spettacolare, si conserva a lungo ed io faccio sempre in modo di averne un paio nella cesta della frutta.

Il “problema” del melograno è sgranarlo...esistono dei metodi...ci ho provato, vi dico la verità...ma non sono molto brava...devo perfezionare!

Quindi, a tagliare il melograno, sono...come dire...un po' brutale! Ahah!



Una volta sgranato lo tengo in frigo in un barattolo per i vari utilizzi...dolci e salati! :-)

Il melograno è ottimo anche assieme alle verdure e, in coppia con la bietola, non fatevelo proprio scappare!

INGREDIENTI

circa 400-500 g di bietoline (in alternativa la bietola)
q.b. di olio extravergine d'oliva
q.b. di sale grosso
q.b. di semi di melograno
q.b. di mandorle tagliate a lamelle

PROCEDIMENTO

Saltate in padella le bietoline aggiungendo un filo d'olio e una piccola manciata di sale grosso. 



Mescolate mantenendo il fuoco vivace.

Un CONSIGLIO utilizzando il SALE GROSSO e non quello fino, la salatura sarà più omogenea.

Onde evitare bruciature potete aggiungere un mezzo bicchiere d'acqua.

Una volta che la bietola si è lessata come sapete, si riduce molto...



...potete aggiungere, nella quantità che preferite, i semi di melograno e le scaglie di mandorla!



Sarà un piacere gustare questo contorno...garantito! :-)



A presto...con altri “pensieri” natalizi! Ahah!

unospicchiodimelone!

giovedì 1 dicembre 2016

RAPE GRATINATE al FORNO – Con lo ZAFFERANO

 Le rape gratinate al forno con lo zafferano sono uno squisito contorno di stagione! Quante volte vediamo le rape e ci domandiamo cosa possiamo farci!
Ecco questa ricetta è una possibile risposta!

La RAPA non è l'ortaggio più consumato in Italia, ma appartiene piuttosto alla tradizione culinaria dei Paesi del Nord Europa; tuttavia è un ortaggio davvero gustoso che si presta per numerose ricette!

Di rape ne esistono di diversi tipi: c'è la RAPA ROSSA (ovvero la barbabietola), c'è la RAPA BIANCA (ovvero il cavolo rapa bianco) o la RAPA VIOLA (ovvero il cavolo rapa viola) ed infine il SEDANO RAPA che è più ciccione di queste rape, ha la buccia marroncina ed è disforme.

Le rape che ho scelto per questa ricetta sono dei cavoli rapa e ne ho trovati sia di bianchi che di viola! Tra l'altro quest'ultimi, una volta spelati, sono davvero meravigliosi!



 Lo ZAFFERANO è una spezia favolosa dalle mille virtù! Si ricava dai pistilli della pianta dello zafferano, un crocus viola stupendo che cresce benissimo nel nostro Paese!



Bisogna prestare attenzione, però, all'acquisto dello zafferano; spesso, infatti, capita di imbattersi in prodotti a prezzo basso poiché vengono miscelati con la curcuma...niente di male, anzi, anche la curcuma fa benissimo, ma è comunque frode alimentare!

Per questo, quando scegliete un prodotto in generale è sempre bene leggere l'etichetta e scegliere un prodotto di qualità! Vi consiglio, a tal proposito, di dare una sbirciatina alla pagina instagram di questa azienda BOTTEGA DELLO ZAFFERANO Potete trovarci anche dei furbissimi regalini da fare per Natale! 

Appena trovate, quindi, al mercato i CAVOLI RAPA non fateveli sfuggire e preparate questo delizioso contorno!

INGREDIENTI

3 rape (cavolo rapa)
1 bustina di pistilli di zafferano
1 bicchiere di latte
q.b. di pangrattato
q.b. di parmigiano reggiano grattugiato


PROCEDIMENTO

Pelate e lavate le rape, con l'aiuto di una mandolina le tagliate a lamelle e le unite assieme al latte e allo zafferano in una padella antiaderente.



Lasciate cuocere a fuoco vivace per circa 15 minuti. Nel frattempo accendete il forno a 200-220°C per farlo riscaldare e preparate una teglia da forno.

Se le rape si sono ammorbidite, ma il liquido non si è asciugato, allora le scolate. Quindi, ora potete iniziare a fare gli strati con le lamelle di rapa, il pangrattato ed il parmigiano.



 Io non ho aggiunto il sale (il formaggio è già salato), ma voi siete liberissimi di farlo!

Ora infornate per circa 15-20 minuti...o comunque fino a che non si è formata una crosticina dorata!

Ora potete servire e gustare! :-)



Allora non mi rimane che dirvi...buona rapa a tutti!:-)

unospicchiodimelone!